1. La scuola, con l’apporto delle competenze professionali del personale e con la collaborazione e il concorso delle famiglie, delle istituzioni e del territorio, è responsabile della qualità delle attività educative e si impegna a garantirne l’adeguatezza alle esigenze culturali e formative degli alunni, nel rispetto di obiettivi educativi validi per il raggiungimento delle finalità istituzionali.

2. La scuola individua ed elabora gli strumenti per garantire la continuità educativa tra i diversi ordini e gradi d’istruzione, al fine di promuovere un armonico sviluppo della personalità degli alunni.

3. Nella scelta dei libri di testo e delle strumentazioni didattiche, la scuola assume come criteri di riferimento la validità culturale e la funzionalità educativa, con particolare riguardo agli obiettivi formativi.

4. Nell’assegnazione dei compiti da svolgere a casa, il docente opera in coerenza con la programmazione didattica annuale della classe, nel rispetto di quanto previsto dal Patto educativo di corresponsabilità.

5. La scuola si impegna a creare un ambiente sereno e a promuovere rapporti positivi fra gli alunni e tutto il personale scolastico (vedi “Patto educativo di corresponsabilità”).

 

PIANO DELL’OFFERTA FORMATIVA D’ISTITUTO

Il P.O.F., elaborato dall’Istituto Comprensivo, contiene le scelte educative e organizzative delle risorse e costituisce un impegno per l’intera comunità scolastica.

Integrato dai Regolamenti d’Istituto, definisce il piano organizzativo in funzione delle proposte culturali, delle scelte educative e degli obiettivi formativi elaborati dai competenti organi della scuola.

 

PIANO ANNUALE

Il piano annuale esplicita l’organizzazione delle attività della scuola. Contiene:

  1. il curricolo obbligatorio e opzionale;

  2. le attività di accoglienza di inizio anno;

  3. le attività degli organi collegiali;

  4. il calendario degli scrutini e degli esami;

  5. le modalità dei rapporti con le famiglie;

  6. la sicurezza (D.L.vo 81/2008, D.L.vo 196/2003, Legge 3/2003).