Al fine di costituire classi equilibrate, omogenee fra loro ed eterogenee al loro interno, si stabiliscono i seguenti criteri:

1. sesso: si cerca di equilibrare il numero dei maschi e quello delle femmine

2. fasce di livello:

a)  primaria: sulla base delle prove d’ingresso, delle osservazioni fatte dai docenti nelle prime settimane, delle comunicazioni fornite dagli insegnanti della scuola dell’infanzia;

b)     secondaria: sulla base delle valutazioni/informazioni fornite dagli insegnanti della scuola primaria;

3. numero: si distribuiscono gli alunni delle varie classi, tenendo conto delle situazioni di diversa abilità, di casi particolarmente difficili, di alunni da alfabetizzare e di eventuali ripetenze; 

4. provenienza: si deve tener conto della rappresentanza dei diversi plessi nei gruppi classe separando senza isolare;

5. sorteggio: per i gruppi così formati saranno sorteggiate le sezioni di appartenenza:

a)     primaria: dalla Dirigenza al termine del periodo di osservazione, alla presenza dei genitori; 

b)     secondaria: dal Consiglio d’Istituto nella prima riunione di settembre alla presenza dei genitori. 

6. gemelli: i gemelli vanno di norma inseriti in sezioni diverse; saranno valutate dal Dirigente eventuali motivate richieste scritte di inserimento in un’unica sezione; 

7. ripetenti: gli alunni ripetenti la classe prima saranno inseriti nelle classi secondo i criteri sopra elencati; gli alunni che ripetono le altre classi saranno inseriti nelle diverse sezioni dal Dirigente, sentito il coordinatore di classe, se presente, o altri docenti in servizio.

In caso di necessità valutata esclusivamente dal Dirigente, particolare attenzione verrà riservata, anche dopo l’effettuazione del sorteggio, all’inserimento nel contesto classe più adatto degli alunni con certificazione L. 104/92.

La formazione delle classi è competenza esclusiva della scuola e non sono ammesse richieste dei genitori, salvo situazioni di eccezionalità rappresentate esclusivamente al Dirigente Scolastico con un colloquio entro il 30 aprile e da esso valutate.